Lo studio del comportamento spaziale di una specie in differenti contesti ambientali è fondamentale per comprenderne l’ecologia e per predire la sua risposta a varie tipologie di impatto antropico. L’occhione (Burhinus oedicnemus) è una specie di interesse conservazionistico in Europa, ma nonostante questo, gli studi sulla sua ecologia sono ancora in numero ridotto e raramente basati su dati di tracking individuale. In questo è stato analizzato il comportamento spaziale in periodo riproduttivo e non riproduttivo di animali marcati con GPS data-logger nel periodo 2013-2019 in due popolazioni italiane (provincia di Grosseto e provincia di Treviso) che nidificano in aree caratterizzate da diversi livelli di antropizzazione. La popolazione grossetana insiste su un’area dominata dal pascolo ovino, mentre quella trevigiana nidifica prevalentemente in ambiente fluviale entro un’area dominata da colture intensive. È stata valutata la fedeltà degli animali alle aree frequentate durante le ore diurne (territori di nidificazione/roost post-riproduttivi) e a quelle trofiche frequentate durante la notte. I risultati hanno mostrato una significativa plasticità dei movimenti degli animali prevalentemente legata al relativo dinamismo dell’ambiente di nidificazione. Questa capacità di rispondere ai cambiamenti ambientali spesso di origine antropica rappresenta un fattore importante per le prospettive di conservazione della specie nel medio/lungo periodo.

Comportamento spaziale dell’occhione in aree caratterizzate da diversi livelli di antropizzazione

FALCHI, VALENTINA;CACCAMO, CHIARA;Mori A.;Pollonara E.;Giunchi D.
2019

Abstract

Lo studio del comportamento spaziale di una specie in differenti contesti ambientali è fondamentale per comprenderne l’ecologia e per predire la sua risposta a varie tipologie di impatto antropico. L’occhione (Burhinus oedicnemus) è una specie di interesse conservazionistico in Europa, ma nonostante questo, gli studi sulla sua ecologia sono ancora in numero ridotto e raramente basati su dati di tracking individuale. In questo è stato analizzato il comportamento spaziale in periodo riproduttivo e non riproduttivo di animali marcati con GPS data-logger nel periodo 2013-2019 in due popolazioni italiane (provincia di Grosseto e provincia di Treviso) che nidificano in aree caratterizzate da diversi livelli di antropizzazione. La popolazione grossetana insiste su un’area dominata dal pascolo ovino, mentre quella trevigiana nidifica prevalentemente in ambiente fluviale entro un’area dominata da colture intensive. È stata valutata la fedeltà degli animali alle aree frequentate durante le ore diurne (territori di nidificazione/roost post-riproduttivi) e a quelle trofiche frequentate durante la notte. I risultati hanno mostrato una significativa plasticità dei movimenti degli animali prevalentemente legata al relativo dinamismo dell’ambiente di nidificazione. Questa capacità di rispondere ai cambiamenti ambientali spesso di origine antropica rappresenta un fattore importante per le prospettive di conservazione della specie nel medio/lungo periodo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11568/1009604
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact