La leggenda dell'odio insanabile fra Atreo e Tieste riappare in epoche e culture distanti e diverse, che si riallacciano al Tieste di Seneca. Il saggio analizza tre testi esemplari: Atrée et Thyeste di Crébillon (1707), Les Pélopides di Voltaire (1772) e Tieste di Foscolo (1797).

Una metafora presa alla lettera: le membra lacerate della famiglia. Tieste di Seneca e i rifacimenti moderni

ROSSI LINGUANTI, ELENA
1989

Abstract

La leggenda dell'odio insanabile fra Atreo e Tieste riappare in epoche e culture distanti e diverse, che si riallacciano al Tieste di Seneca. Il saggio analizza tre testi esemplari: Atrée et Thyeste di Crébillon (1707), Les Pélopides di Voltaire (1772) e Tieste di Foscolo (1797).
ROSSI LINGUANTI, Elena
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
1989.metafora.pdf

solo utenti autorizzati

Descrizione: PDF
Tipologia: Versione finale editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 7.09 MB
Formato Adobe PDF
7.09 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/10556
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact