Le ambiguità della prospettiva. Teoria politica e immaginazione letteraria in Necker e Constant