Epitafio e malia dell'anima: Gorgia nel Menesseno di Platone