Edizioni e interpretazioni: la lettura "lenta" di Domenico Losurdo