Il lavoro scientifico di Riccardo Ambrosini