Obiettivo. Evidenziare la eventuale presenza di cluster spaziale di casi per patologie respiratorie tra i bambini in eta prescolare, residenti a Pisa negli anni 1998-2004. L’analisi presentata costituisce il primo stadio di uno studio piu ampio che vuole esaminare l’eventuale associazione tra l’insorgenza di patologie respiratorie nei bambini e la residenza in strade o zone con elevati livelli di inquinamento dell’aria. Metodi. I dati provengono dal Sistema Epidemiologico Integrato (SEI), realizzato a Pisa, che include dati anagrafici, sanitari, ambientali georeferenziati. I casi sono costituiti dai bambini di eta compresa tra i 7 giorni (per escludere i ricoveri per patologie perinatali) e i 1825 giorni (5 anni). Successivamente e stato selezionato il primo ricovero che presentava come diagnosi principale una patologia respiratoria. Per ogni caso sono stati selezionati 5 controlli appaiati per sesso, classe di eta e stesso anno di ricovero. I controlli sono stati selezionati tra i bambini residenti mai ricoverati. Cause esaminate (ICD.9): “Malattie dell’apparato respiratorio” (460-519), “Sintomi relativi all’apparato respiratorio ed altri sintomi toracici”, (786) escludendo le “Altre malattie dell’apparato respiratorio” (470-478) e la “Influenza”. (487). Per la individuazione dei cluster e stato utilizzato il metodo SaTScan, di Kulldorff (1997) su tutto il territorio del Comune di Pisa, le analisi sono state condotte anche per sesso e per due classi di eta’(0-2 e 3-5 anni) Risultati. Il dataset dell’analisi e costituito da 535 casi e 2675 controlli. 396 casi sono sotto i due anni di eta e 139 sono maschi. Il tasso di incidenza del primo ricovero per patologia respiratoria decresce negli anni in tutte le Circoscrizioni, ma nella Circoscrizione 1 (litorale pisano) risulta sempre piu alto rispetto alle altre, nonostante l’andamento della popolazione sia leggermente decrescente. Sono stati identificati i seguenti cluster significativi: Ospedaletto, zona industriale a sud-ovest di Pisa (n. casi 6; RR=6,09; P=0,075; maschi 0-3 anni) e Gagno, nord di Pisa (n. casi 11; RR=4,538; P=0,037; maschi 0-3 anni); Coltano zona agricola a sud di Pisa (n. casi 8; RR=6,314; P=0,007; femmine 0-3 anni); Tirrenia, litorale pisano (n. casi 8; RR=6,076; P=0,009; maschi + femmine di 3-5 anni).Sono stati esplorati gli aspetti socio-economici dei cluster identificati, utilizzando i dati ISTAT, con le sezioni di censimento al 2001. Rispetto ai valori medi di Pisa, le aree dei cluster presentano una popolazione con alta % di persone con bassa istruzione, di disoccupati, di famiglie unigenitoriali con figli dipendenti. Coltano e Tirrenia presentano un alto numero di persone per stanza e maggiori mq/ persona (abitazioni datate, con grandi stanze occupate da molte persone). Infine i modelli di diffusione degli inquinanti provenienti dal polo industriale di Livorno, prodotti dall’ARPAT mostrano una diffusione alquanto suggestiva degli inquinanti proprio sulla zona a sud del comune che include anche il litorale. Conclusioni. E’ la prima volta che viene condotto uno studio di questo genere basato sui sistemi elettronici integrati di flussi sanitari e demografici di cui e’ stata completata anche la validazione di qualita. I cluster significativi sono stati individuati nelle zone periferiche mentre nel centro urbano la distribuzione dei ricoveri risulta omogenea, verosimilmente a causa della elevata densita’ di popolazione e la omogenea esposizione ad inquinanti; occorrera quindi effettuare una analisi piu’ mirata. Dovra essere approfondito sia il ruolo di confondimento giocato dai fattori socio-economici sia il ruolo degli andamenti giornalieri degli inquinanti provenienti dal polo di Livorno. I risultati sono interessanti e promettenti, in quanto offrono validi spunti per ulteriori approfondimenti in particolar modo di tipo ambientale.

Patologie respiratorie tra i bambini in eta’ prescolare : analisi geografica del primo ricovero, Pisa, 1998-2004

VIGOTTI, MARIA ANGELA
2008

Abstract

Obiettivo. Evidenziare la eventuale presenza di cluster spaziale di casi per patologie respiratorie tra i bambini in eta prescolare, residenti a Pisa negli anni 1998-2004. L’analisi presentata costituisce il primo stadio di uno studio piu ampio che vuole esaminare l’eventuale associazione tra l’insorgenza di patologie respiratorie nei bambini e la residenza in strade o zone con elevati livelli di inquinamento dell’aria. Metodi. I dati provengono dal Sistema Epidemiologico Integrato (SEI), realizzato a Pisa, che include dati anagrafici, sanitari, ambientali georeferenziati. I casi sono costituiti dai bambini di eta compresa tra i 7 giorni (per escludere i ricoveri per patologie perinatali) e i 1825 giorni (5 anni). Successivamente e stato selezionato il primo ricovero che presentava come diagnosi principale una patologia respiratoria. Per ogni caso sono stati selezionati 5 controlli appaiati per sesso, classe di eta e stesso anno di ricovero. I controlli sono stati selezionati tra i bambini residenti mai ricoverati. Cause esaminate (ICD.9): “Malattie dell’apparato respiratorio” (460-519), “Sintomi relativi all’apparato respiratorio ed altri sintomi toracici”, (786) escludendo le “Altre malattie dell’apparato respiratorio” (470-478) e la “Influenza”. (487). Per la individuazione dei cluster e stato utilizzato il metodo SaTScan, di Kulldorff (1997) su tutto il territorio del Comune di Pisa, le analisi sono state condotte anche per sesso e per due classi di eta’(0-2 e 3-5 anni) Risultati. Il dataset dell’analisi e costituito da 535 casi e 2675 controlli. 396 casi sono sotto i due anni di eta e 139 sono maschi. Il tasso di incidenza del primo ricovero per patologia respiratoria decresce negli anni in tutte le Circoscrizioni, ma nella Circoscrizione 1 (litorale pisano) risulta sempre piu alto rispetto alle altre, nonostante l’andamento della popolazione sia leggermente decrescente. Sono stati identificati i seguenti cluster significativi: Ospedaletto, zona industriale a sud-ovest di Pisa (n. casi 6; RR=6,09; P=0,075; maschi 0-3 anni) e Gagno, nord di Pisa (n. casi 11; RR=4,538; P=0,037; maschi 0-3 anni); Coltano zona agricola a sud di Pisa (n. casi 8; RR=6,314; P=0,007; femmine 0-3 anni); Tirrenia, litorale pisano (n. casi 8; RR=6,076; P=0,009; maschi + femmine di 3-5 anni).Sono stati esplorati gli aspetti socio-economici dei cluster identificati, utilizzando i dati ISTAT, con le sezioni di censimento al 2001. Rispetto ai valori medi di Pisa, le aree dei cluster presentano una popolazione con alta % di persone con bassa istruzione, di disoccupati, di famiglie unigenitoriali con figli dipendenti. Coltano e Tirrenia presentano un alto numero di persone per stanza e maggiori mq/ persona (abitazioni datate, con grandi stanze occupate da molte persone). Infine i modelli di diffusione degli inquinanti provenienti dal polo industriale di Livorno, prodotti dall’ARPAT mostrano una diffusione alquanto suggestiva degli inquinanti proprio sulla zona a sud del comune che include anche il litorale. Conclusioni. E’ la prima volta che viene condotto uno studio di questo genere basato sui sistemi elettronici integrati di flussi sanitari e demografici di cui e’ stata completata anche la validazione di qualita. I cluster significativi sono stati individuati nelle zone periferiche mentre nel centro urbano la distribuzione dei ricoveri risulta omogenea, verosimilmente a causa della elevata densita’ di popolazione e la omogenea esposizione ad inquinanti; occorrera quindi effettuare una analisi piu’ mirata. Dovra essere approfondito sia il ruolo di confondimento giocato dai fattori socio-economici sia il ruolo degli andamenti giornalieri degli inquinanti provenienti dal polo di Livorno. I risultati sono interessanti e promettenti, in quanto offrono validi spunti per ulteriori approfondimenti in particolar modo di tipo ambientale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/123033
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact