LA DOSE AL PAZIENTE IN DIAGNOSTICA PER IMMAGINI