E' stato rilevato il contenuto in zuccheri solubili non strutturali in colture in vitro eterotrofe e autotrofe del susino portinnesto Mr.S. 2/5. Le colture eterotrofe sono state ottenute in presenza di 30 g/l saccarosio, senza aggiunta di CO2 e con PPFD di 45+5 oppure di 200+10 umol m-2 s-1 mentre quelle autotrofe erano cresciute in presenzadi 0 g/l saccarosio, PPFD 200*10 pmol m-2 s-1, con aggiunta di CO2 esogena. Le analisi sono state effettuate anche su apici di germogli in accrescimento prelevati in settembre da piante coltivate in serra. Gli zuccheri solubili sono stati analizzati mediante HPLC. Gli zuccheri rilevati erano rappresentati da saccarosio, glucosio, inositolo, fruttosio e sorbitolo. Differenze tra i trattamenti analizzati sono state riscontrate sia nel contenuto totale sia nelle quantità dei singoli zuccheri. Il contenuto totale è stato piu elevato nelle colture autotrofe, seguite dalle colture eterotrofe a 45 e 200 nmol m-2 s-1 mentre nelle colture in vivo i valori erano intermedi. Le proporzioni tra i carboidrati hanno evidenziato una minore presenza di saccarosio nelle colture fotoautotrofe rispetto a quelle fotoeterotrofe. Il sorbitolo rappresentava il 50 % circa del contenuto totale nelle colture in vivo mentre in vitro era circa il 20%.

Contenuto in zuccheri solubili in tessuti di colture in vitro fotoeterotrofe e fotoautotrofe del susino portinnesto Mr. S. 2/5

D'ONOFRIO, CLAUDIO;MORINI, STEFANO
2004

Abstract

E' stato rilevato il contenuto in zuccheri solubili non strutturali in colture in vitro eterotrofe e autotrofe del susino portinnesto Mr.S. 2/5. Le colture eterotrofe sono state ottenute in presenza di 30 g/l saccarosio, senza aggiunta di CO2 e con PPFD di 45+5 oppure di 200+10 umol m-2 s-1 mentre quelle autotrofe erano cresciute in presenzadi 0 g/l saccarosio, PPFD 200*10 pmol m-2 s-1, con aggiunta di CO2 esogena. Le analisi sono state effettuate anche su apici di germogli in accrescimento prelevati in settembre da piante coltivate in serra. Gli zuccheri solubili sono stati analizzati mediante HPLC. Gli zuccheri rilevati erano rappresentati da saccarosio, glucosio, inositolo, fruttosio e sorbitolo. Differenze tra i trattamenti analizzati sono state riscontrate sia nel contenuto totale sia nelle quantità dei singoli zuccheri. Il contenuto totale è stato piu elevato nelle colture autotrofe, seguite dalle colture eterotrofe a 45 e 200 nmol m-2 s-1 mentre nelle colture in vivo i valori erano intermedi. Le proporzioni tra i carboidrati hanno evidenziato una minore presenza di saccarosio nelle colture fotoautotrofe rispetto a quelle fotoeterotrofe. Il sorbitolo rappresentava il 50 % circa del contenuto totale nelle colture in vivo mentre in vitro era circa il 20%.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11568/201758
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact