Diverse piante rivelano proprietà insetticide: tra queste le appartenenti alla famiglia delle Lamiaceae sono caratterizzate, oltre che da proprietà medicinali, cosmetiche, antimicrobiche, antifungine, anche da attività insetticida. In particolare, il genere Hyptis sta acquistando sempre maggior interesse nell’ambito della lotta contro gli insetti che attaccano i cereali nei magazzini. Pertanto sono state studiate le caratteristiche biologiche e riproduttive di una Lamiacea di origine tropicale del genere Hyptis (H. spicigera) e l’azione repellente dell’olio essenziale estratto nei confronti di Sitophilus granarius L. (Coleoptera Dryophthoridae) uno dei parassiti più dannosi ai cereali conservati. La specie vegetale in esame non ha evidenziato alcuna difficoltà di adattamento all’ambiente di coltivazione. Unico problema evidenziato è quello della mancata produzione di seme alle nostre latitudini, limite che potrebbe essere superato individuando nell’ambito della specie germoplasma che riesca a produrre seme vitale anche da noi o, in alternativa, indirizzandosi verso una propagazione vegetativa che, tuttavia, può porre problemi di economicità. Per quanto riguarda i test di repellenza, l’olio essenziale ha dimostrato una buona azione repellente nei confronti degli adulti di S. granarius: già dalla dose più bassa (0.001%) l’olio essenziale repelle oltre il 70% degli esemplari, mentre alla dose massima (0.1%) i valori di repellenza rilevati sono stati superiori all’80%. L’effetto repellente si è mantenuto su valori interessanti anche dopo 24 ore di trattamento, seppure con percentuali relativamente più basse. Non sono state tuttavia rilevate differenze significative tra le diverse tesi messe a confronto, suggerendo quindi che, da un punto di vista applicativo, l’olio essenziale di H. spicigera risulta efficace a dosi anche molto basse. Possiamo affermare che il positivo effetto repellente manifestato dall’olio essenziale testato apre interessanti prospettive di indagine in merito al suo potenziale utilizzo nell’ambito della gestione integrata ed eco-compatibile degli insetti che attaccano le derrate immagazzinate, anche alla luce delle recenti metodologie che consentono di incorporare sostanze ad azione insettifuga nei materiali componenti le confezioni per alimenti.

Caratteristiche bioagronomiche e attività repellente nei confronti di Sitophilus granarius L. (Coleoptera Dryophtoridae) di Hyptis spicigera Lamarck, una Lamiacea di origine tropicale

CONTI, BARBARA;CANALE, ANGELO;CECCARINI, LUCIA;MACCHIA, MARIO
2009

Abstract

Diverse piante rivelano proprietà insetticide: tra queste le appartenenti alla famiglia delle Lamiaceae sono caratterizzate, oltre che da proprietà medicinali, cosmetiche, antimicrobiche, antifungine, anche da attività insetticida. In particolare, il genere Hyptis sta acquistando sempre maggior interesse nell’ambito della lotta contro gli insetti che attaccano i cereali nei magazzini. Pertanto sono state studiate le caratteristiche biologiche e riproduttive di una Lamiacea di origine tropicale del genere Hyptis (H. spicigera) e l’azione repellente dell’olio essenziale estratto nei confronti di Sitophilus granarius L. (Coleoptera Dryophthoridae) uno dei parassiti più dannosi ai cereali conservati. La specie vegetale in esame non ha evidenziato alcuna difficoltà di adattamento all’ambiente di coltivazione. Unico problema evidenziato è quello della mancata produzione di seme alle nostre latitudini, limite che potrebbe essere superato individuando nell’ambito della specie germoplasma che riesca a produrre seme vitale anche da noi o, in alternativa, indirizzandosi verso una propagazione vegetativa che, tuttavia, può porre problemi di economicità. Per quanto riguarda i test di repellenza, l’olio essenziale ha dimostrato una buona azione repellente nei confronti degli adulti di S. granarius: già dalla dose più bassa (0.001%) l’olio essenziale repelle oltre il 70% degli esemplari, mentre alla dose massima (0.1%) i valori di repellenza rilevati sono stati superiori all’80%. L’effetto repellente si è mantenuto su valori interessanti anche dopo 24 ore di trattamento, seppure con percentuali relativamente più basse. Non sono state tuttavia rilevate differenze significative tra le diverse tesi messe a confronto, suggerendo quindi che, da un punto di vista applicativo, l’olio essenziale di H. spicigera risulta efficace a dosi anche molto basse. Possiamo affermare che il positivo effetto repellente manifestato dall’olio essenziale testato apre interessanti prospettive di indagine in merito al suo potenziale utilizzo nell’ambito della gestione integrata ed eco-compatibile degli insetti che attaccano le derrate immagazzinate, anche alla luce delle recenti metodologie che consentono di incorporare sostanze ad azione insettifuga nei materiali componenti le confezioni per alimenti.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11568/203263
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact