Le prime traduzioni italiane del "Rape of the Lock" e almeno la prima traduzione francese (che uscì a Parigi nel 1728) sono interessanti non solo per comprendere il successo di questo poemetto eroicomico nell’Europa del Settecento, ma anche per mettere a fuoco le ragioni stesse dell’operazione compiuta da Pope nel comporlo e diffonderlo. Il saggio ricostruisce criticamente la rete di rapporti che univa a Pope i vari promotori, traduttori e primi lettori del poemetto, tra Inghilterra, Francia e Italia (Venezia. Firenze e Napoli) per evidenziare lo spessore teorico e ideologico del comune progetto.

Le officine del “Rape of the Lock”; redazioni e traduzioni da Londra a Napoli

FEDI, FRANCESCA
2013

Abstract

Le prime traduzioni italiane del "Rape of the Lock" e almeno la prima traduzione francese (che uscì a Parigi nel 1728) sono interessanti non solo per comprendere il successo di questo poemetto eroicomico nell’Europa del Settecento, ma anche per mettere a fuoco le ragioni stesse dell’operazione compiuta da Pope nel comporlo e diffonderlo. Il saggio ricostruisce criticamente la rete di rapporti che univa a Pope i vari promotori, traduttori e primi lettori del poemetto, tra Inghilterra, Francia e Italia (Venezia. Firenze e Napoli) per evidenziare lo spessore teorico e ideologico del comune progetto.
9788846736130
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2013 Le officine del Rape.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Versione finale editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 309.75 kB
Formato Adobe PDF
309.75 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11568/224541
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact