Intrecci allusivi tra sculture e dipinti: la collezione del Cardinal Antonio Barberini in Via dei Giubbonari