Spazio, discriminazione ed eccezione: i centri di trattenimento per migranti