Chateaubriand e il confronto con l'alterità