IL CARICO IMMEDIATO DI IMPIANTI POSTESTRATTIVI: UN CASO CLINICO