Nel suo esilio madrileno, il portoghese Félix Machado da Silva (+1654?), continua il capolavoro di Mateo Alemàn in chiave prettamente controriformista. Il nuovo 'picaro' Guzmàn si redime grazie ad un pellegrinaggio fino a Santiago de Compostela, le cui tappe segnano una riscrittura in chiave cattolica controriformista delle precedenti imprese scellerate dell'ex-picaro.

'' 'Tercera Parte de Guzmàn de Alfarache' di Félix Machado da Silva: la 'peregrinatio' portoghese del picaro''

BARBIERI, MARIO
1989

Abstract

Nel suo esilio madrileno, il portoghese Félix Machado da Silva (+1654?), continua il capolavoro di Mateo Alemàn in chiave prettamente controriformista. Il nuovo 'picaro' Guzmàn si redime grazie ad un pellegrinaggio fino a Santiago de Compostela, le cui tappe segnano una riscrittura in chiave cattolica controriformista delle precedenti imprese scellerate dell'ex-picaro.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/9112
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact