Gerarchie urbane deboli o strutture reticolari? Il caso dell'Alta Val di Serchio