Focusing on the theme of the insects developed in the short stories of L’Adalgisa and in the novel La cognizione del dolore, it is possible to investigate one of the most important oppositions in Gadda’s works between ‘cultura antologica’, a sectorial and narcissistic way of thinking typical of the middle class, and the ‘senso del complesso’, which, on the other hand, characterizes a person who tries to understand reality as a whole. Both Carlo Biandronni’s passion for natural science, in L’Adalgisa, and Gonzalo Pirobutirro’s neurosis in La cognizione are ambivalent manifestations of ’cultura antologica’. The narrator’s point of view is present in both works, representing the ’senso del complesso’, which aims to observe reality as God does.

Attraverso il tema delle presenze entomologiche nell’Adalgisa e nella Cognizione del dolore, è possibile indagare una delle opposizioni centrali nell’opera di Gadda: quella tra ‘cultura antologica’, ovvero il pensiero settoriale che si ripiega narcisisticamente su sé stesso, e il ‘senso del complesso’, proprio del soggetto che si sforza di comprendere il sistema di relazioni in cui si trova immerso. La prima è rappresentata, non senza ambivalenze, dall’erudizione naturalistica del ragionier Biandronni, nell’Adalgisa, e dalla nevrosi di Gonzalo Pirobutirro, nella Cognizione; il secondo dal punto di vista della voce narrante, che aspira a osservare e inglobare la realtà sub specie aeternitatis.

Il classificatore, la casa infestata e le "minime briciole del moto e dell'essere": a proposito degli insetti nell'Adalgisa e nella Cognizione del dolore

LUCA DANTI
2019

Abstract

Attraverso il tema delle presenze entomologiche nell’Adalgisa e nella Cognizione del dolore, è possibile indagare una delle opposizioni centrali nell’opera di Gadda: quella tra ‘cultura antologica’, ovvero il pensiero settoriale che si ripiega narcisisticamente su sé stesso, e il ‘senso del complesso’, proprio del soggetto che si sforza di comprendere il sistema di relazioni in cui si trova immerso. La prima è rappresentata, non senza ambivalenze, dall’erudizione naturalistica del ragionier Biandronni, nell’Adalgisa, e dalla nevrosi di Gonzalo Pirobutirro, nella Cognizione; il secondo dal punto di vista della voce narrante, che aspira a osservare e inglobare la realtà sub specie aeternitatis.
Danti, Luca
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/1005282
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact