In anni recenti a Venezia è stata ampiamente documentata l’abilità dei gabbiani reali (Larus michahellis), nel rompere i sacchetti dell’immondizia lasciati per la strada da cittadini e turisti, disseminandone il contenuto e provocando delle gravi conseguenze sul decoro urbano e sull’ambiente. Per fare fronte a tali criticità, l’Azienda Municipalizzata per la raccolta dei rifiuti ha avviato, a partire da ottobre 2016, un nuovo modello ‘porta a porta’ che ne prevede la consegna agli operatori ecologici o il conferimento presso i punti mobili e temporanei situati in diverse zone della città. Tale politica gestionale è stata introdotta nei sestieri in diversi periodi dell’anno per consentire agli abitanti di abituarsi radualmente alle nuove direttive. Parallelamente all’avvio del nuovo protocollo di raccolta dei rifiuti in tre sestieri campione, abbiamo condotto, tra marzo 2017 e novembre 2018, un monitoraggio della popolazione urbana di gabbiano reale per studiarne gli effetti sull’abbondanza e distribuzione della specie ed ottenere una stima aggiornata per il centro storico di Venezia. Il monitoraggio, eseguito mediante la tecnica del Distance sampling, ha consentito di documentare sia lo stato antecedente l’avvio del nuovo modello di raccolta, sia quello successivo alla sua introduzione ed ha indicato la presenza di oltre 400 coppie nel giugno 2018, contro le 24 censite nel 2005. A seguito di tale cambio, abbiamo registrato un calo significativo dei rifiuti per la strada, con un effetto significativo e negativo sulla presenza e abbondanza dei gabbiani reali, che mostrano ora una densità più elevata negli spazi aperti, come i campi e le piazze della città, con attività alimentari e un elevato flusso turistico, nonché nei luoghi in cui vengono abbandonati i rifiuti. Tali informazioni risultano utili per predisporre un piano di gestione della specie basato su una conoscenza puntuale e aggiornata della realtà urbana.

Gli effetti di una nuova politica gestionale dei rifiuti sulla popolazione di gabbiano reale a Venezia

Vanni L.;Giunchi D.
2019-01-01

Abstract

In anni recenti a Venezia è stata ampiamente documentata l’abilità dei gabbiani reali (Larus michahellis), nel rompere i sacchetti dell’immondizia lasciati per la strada da cittadini e turisti, disseminandone il contenuto e provocando delle gravi conseguenze sul decoro urbano e sull’ambiente. Per fare fronte a tali criticità, l’Azienda Municipalizzata per la raccolta dei rifiuti ha avviato, a partire da ottobre 2016, un nuovo modello ‘porta a porta’ che ne prevede la consegna agli operatori ecologici o il conferimento presso i punti mobili e temporanei situati in diverse zone della città. Tale politica gestionale è stata introdotta nei sestieri in diversi periodi dell’anno per consentire agli abitanti di abituarsi radualmente alle nuove direttive. Parallelamente all’avvio del nuovo protocollo di raccolta dei rifiuti in tre sestieri campione, abbiamo condotto, tra marzo 2017 e novembre 2018, un monitoraggio della popolazione urbana di gabbiano reale per studiarne gli effetti sull’abbondanza e distribuzione della specie ed ottenere una stima aggiornata per il centro storico di Venezia. Il monitoraggio, eseguito mediante la tecnica del Distance sampling, ha consentito di documentare sia lo stato antecedente l’avvio del nuovo modello di raccolta, sia quello successivo alla sua introduzione ed ha indicato la presenza di oltre 400 coppie nel giugno 2018, contro le 24 censite nel 2005. A seguito di tale cambio, abbiamo registrato un calo significativo dei rifiuti per la strada, con un effetto significativo e negativo sulla presenza e abbondanza dei gabbiani reali, che mostrano ora una densità più elevata negli spazi aperti, come i campi e le piazze della città, con attività alimentari e un elevato flusso turistico, nonché nei luoghi in cui vengono abbandonati i rifiuti. Tali informazioni risultano utili per predisporre un piano di gestione della specie basato su una conoscenza puntuale e aggiornata della realtà urbana.
978-88-89972-86-1
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11568/1009602
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact