Passione e disincanto nella vita di un economista “scomodo”: la biblioteca di Véron de Forbonnais