Affermare l'immortalità dell'anima: il testo dell'Assioco tra Academici e Platonici