Con l’opera qui in esame – presentata dal suo Autore (p. VIII) come «profonda rielaborazione» della tesi di laurea discussa presso l’Università degli Studi di Milano nell’a.a. 2007-2008 – la serie greca della collana Minima Philologica accoglie per la terza volta un lavoro di edizione con traduzione italiana e commento dei frammenti superstiti di una tragedia euripidea perduta1. La struttura del libro di Vincenzo Pagano non si discosta da quella dei due volumi precedenti (in sostanza l’impostazione classica di edizioni con commento di singole opere drammatiche frammentarie): la sezione iniziale è composta dai capitoli Introduzione (pp. 1-24), Tradizione e fortuna della tragedia (pp. 25-37) e Contesto storico (pp. 38 s.), ai quali segue la Bibliografia (pp. 41-56); in Testo e traduzione (pp. 57-99) e Commento (pp. 101-220) sono editi ed analizzati i frammenti superstiti della tragedia (compresi quelli la cui attribuzione all’Andromeda è solo ipotetica, contrassegnati con la lettera ‘A’); seguono una Proposta di ricostruzione (pp. 221-37) ed una Appendice su Andromeda nelle arti figurative completa di illustrazioni e «Cartina dell’oriente antico» (pp. 239-66); un Index nominum et rerum notabilium con una sezione specifica sui termini greci ritenuti di particolare rilevanza conclude il volume (pp. 267-70).

Recensione di V. Pagano, L’Andromeda di Euripide. Edizione e commento dei frammenti, Edizioni dell’Orso, Alessandria 2010

Laura Carrara
Primo
2012

Abstract

Con l’opera qui in esame – presentata dal suo Autore (p. VIII) come «profonda rielaborazione» della tesi di laurea discussa presso l’Università degli Studi di Milano nell’a.a. 2007-2008 – la serie greca della collana Minima Philologica accoglie per la terza volta un lavoro di edizione con traduzione italiana e commento dei frammenti superstiti di una tragedia euripidea perduta1. La struttura del libro di Vincenzo Pagano non si discosta da quella dei due volumi precedenti (in sostanza l’impostazione classica di edizioni con commento di singole opere drammatiche frammentarie): la sezione iniziale è composta dai capitoli Introduzione (pp. 1-24), Tradizione e fortuna della tragedia (pp. 25-37) e Contesto storico (pp. 38 s.), ai quali segue la Bibliografia (pp. 41-56); in Testo e traduzione (pp. 57-99) e Commento (pp. 101-220) sono editi ed analizzati i frammenti superstiti della tragedia (compresi quelli la cui attribuzione all’Andromeda è solo ipotetica, contrassegnati con la lettera ‘A’); seguono una Proposta di ricostruzione (pp. 221-37) ed una Appendice su Andromeda nelle arti figurative completa di illustrazioni e «Cartina dell’oriente antico» (pp. 239-66); un Index nominum et rerum notabilium con una sezione specifica sui termini greci ritenuti di particolare rilevanza conclude il volume (pp. 267-70).
Carrara, Laura
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
22. CARRARA L Rec. Pagano, Andromeda Lexis 2012.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Versione finale editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 189.64 kB
Formato Adobe PDF
189.64 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11568/1031162
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact