Società unipersonali e "regole del potere"