Les Cenci e il don Giovanni: traduzione, (ri)configurazione e “scarto” in una novella Stendhaliana