The regulation of property, in any system, characterizes the form of state. The contrast between Italian legislation and the European Convention for the Protection of Human Rights (ECHR) in relation to the protection (and limits) of property was viewed with concern by those who feared for the keeping of the social status form outlined by the Italian Constitution of 1948.This paper aims to demonstrate how this fear is unfounded and how, in reality, the dialogue between the Italian Constitutional Court and the European Court has contributed to a more correct implementation of the constitutional protection of property itself, removing the anomalies that, over time, had emerged.

La disciplina del diritto di proprietà, in ogni ordinamento, vale a caratterizzare la forma di stato. Il contrasto tra la legislazione italiana e la Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo (CEDU) in relazione alla tutela (e ai limiti) del diritto di proprietà è stato visto con preoccupazione da chi ha temuto per la tenuta della forma di stato sociale delineata dalla Costituzione italiana del 1948. Il presente scritto mira a dimostrare come tale timore sia infondato e come, in realtà, il dialogo tra la Corte costituzionale italiana e la Corte europea abbia contribuito ad una più corretta attuazione della stessa tutela costituzionale della proprietà, rimuovendo le anomalie che, nel tempo, si erano affermate.

Dialogo tra Corti intorno al diritto di proprietà

Luisa Azzena
2020

Abstract

La disciplina del diritto di proprietà, in ogni ordinamento, vale a caratterizzare la forma di stato. Il contrasto tra la legislazione italiana e la Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo (CEDU) in relazione alla tutela (e ai limiti) del diritto di proprietà è stato visto con preoccupazione da chi ha temuto per la tenuta della forma di stato sociale delineata dalla Costituzione italiana del 1948. Il presente scritto mira a dimostrare come tale timore sia infondato e come, in realtà, il dialogo tra la Corte costituzionale italiana e la Corte europea abbia contribuito ad una più corretta attuazione della stessa tutela costituzionale della proprietà, rimuovendo le anomalie che, nel tempo, si erano affermate.
Azzena, Luisa
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2020 AZZENA Revista Brasileira.pdf

accesso aperto

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Versione finale editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione 255.74 kB
Formato Adobe PDF
255.74 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11568/1051537
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact