Guiraut Riquier e li “genere” della pastorella