Spontaneità ed esperienza. Hegel, McDowell e la radicalizzazione di Kant