Donne e generi letterari. Goliarda Sapienza e la scelta della lateralità