Sui ciclofattorini e gli obblighi di sicurezza nell’emergenza sanitaria