Traduttori e traduzioni: il caso della letteratura anglofona