La magia della parola: la retorica fra Gorgia, Platone e Aristotele