Infortuni da non contatto e fatica. Quando siamo più a rischio?