Il saggio intende discutere le implicazioni spaziali delle opere di Carlo Michelstaedter e Gian Giacomo Menon, poeti e filosofi goriziani. Con riferimento a Geocritica e poesia dell’esistenza di Alberto Comparini (2018), e mediante il ricorso alla categoria di afasia come strumento di analisi, lo studio delineerà alcuni tratti fondamentali della geografia poetica della città di Gorizia: il pre e post-esistenzialismo di Michelstaedter e Menon risulterà connesso al citato rapporto intertestuale e al contesto spaziale in cui origina. Sarà inoltre mostrata l’immanenza della geografia giuliana e istriana nelle Poesie di Michelstaedter e in Geologia di silenzi di Menon.

Una «geologia di silenzi». Tratti della Gorizia letteraria e geografia poetica dell’afasia

Diego Terzano
2020

Abstract

Il saggio intende discutere le implicazioni spaziali delle opere di Carlo Michelstaedter e Gian Giacomo Menon, poeti e filosofi goriziani. Con riferimento a Geocritica e poesia dell’esistenza di Alberto Comparini (2018), e mediante il ricorso alla categoria di afasia come strumento di analisi, lo studio delineerà alcuni tratti fondamentali della geografia poetica della città di Gorizia: il pre e post-esistenzialismo di Michelstaedter e Menon risulterà connesso al citato rapporto intertestuale e al contesto spaziale in cui origina. Sarà inoltre mostrata l’immanenza della geografia giuliana e istriana nelle Poesie di Michelstaedter e in Geologia di silenzi di Menon.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
12610-Articolo-41197-3-10-20200831.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione finale editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione 473.92 kB
Formato Adobe PDF
473.92 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/1143772
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact