Il fiore e i frutti delle corti. Dal ‘Cortegiano’ ai ‘Ricordi’ guicciardiniani