Sull'uso pratico degli indici di calore