Un museo di frammenti. Ripensare la rivoluzione gramsciana negli studi folklorici