Platone, le forme e la crisi della democrazia