Il rapporto partecipativo tra passato e presente. Riflessioni a margine di un libro recente