Su alcuni elementi macabri nella letteratura polacca tra Cinque e Seicento