Dalla dimensione ludica a quella degli alfabeti codificati