L'attività interpretativa del magistrato e la c.d. clausola di salvaguardia