There are three basic methods for estimating the demand matrix in a transport network: (a) direct estimation, from surveys of a sample of users regarding their movements in the period of time for which it is desired to know the demand; (b) modelling, to link transport demand to given socio-economic characteristics of different zones; and (C) estimation of the demand matrix based on traffic counts on the arcs of the network. This article deals with the third method, modelling certain aspects of its application. It is concluded from the numerical analyses presented that the use of traffic counts in the estimation of demand gives results that must be with prudence, bearing in mind their approximated values. (TRRL). La matrice di domanda in una rete di trasporto si può fondamentalmente ottenere con 3 diversi metodi di stima: stima diretta, stima tramite modello, stima ottenuta mediante i conteggi di traffico sugli archi della rete. I conteggi vengono utilizzati per la correzione di una matrice di domanda, stimata direttamente o tramite modello, o per la stima dei parametri che compaiono in un modello. Il vettore dei flussi sugli archi è legato alla domanda da relazioni funzionali espresse dal modello di assegnazione: i flussi sugli archi della rete costituiscono perciò una fonte di informazione sulla matrice di domanda. Quando si consideri come tale fonte di informazione sia relativamente facile da reperire, ed economica, si comprende come negli ultimi anni siano stati sviluppati numerosi studi per l'utilizzazione dei conteggi di traffico nella stima della domanda. Nella prima parte della memoria è esaminato l'uso delle misure di traffico per la correzione di un esistente vettore di domanda. Dopo lo studio delle proprietà dell'estimatore è affrontato il problema della determinazione di un test statistico per giudicare la bontà di adattamento dei dati al modello stabilito. Sono poi esaminati i risultati del procedimento di stima relativamente ad un caso pratico: al fine di determinare quale siano le effettive possibilità di correggere, ed in quale misura, la stima iniziale. Nel seguito della nota, sempre con riguardo ad un caso pratico, è affrontato il problema dell'utilizzo delle misure di traffico per la stima dei parametri di un modello di domanda gravitazionale: l'esame dei risultati indica come tale problema di stima sia delicato. Deve essere sottolineato che i risultati della nota sono relativi ad un caso particolare per cui non possono avere validità generale: mettono in evidenza, però, che l'uso dei conteggi di traffico per la stima della domanda deve essere fatto con prudenza.

Su alcuni problemi derivanti dall'uso dei conteggi di traffico nella stima della domanda di trasporto. Some problems deriving from the use of traffic counts in the estimation of transport demand

LUPI, MARINO
1988

Abstract

There are three basic methods for estimating the demand matrix in a transport network: (a) direct estimation, from surveys of a sample of users regarding their movements in the period of time for which it is desired to know the demand; (b) modelling, to link transport demand to given socio-economic characteristics of different zones; and (C) estimation of the demand matrix based on traffic counts on the arcs of the network. This article deals with the third method, modelling certain aspects of its application. It is concluded from the numerical analyses presented that the use of traffic counts in the estimation of demand gives results that must be with prudence, bearing in mind their approximated values. (TRRL). La matrice di domanda in una rete di trasporto si può fondamentalmente ottenere con 3 diversi metodi di stima: stima diretta, stima tramite modello, stima ottenuta mediante i conteggi di traffico sugli archi della rete. I conteggi vengono utilizzati per la correzione di una matrice di domanda, stimata direttamente o tramite modello, o per la stima dei parametri che compaiono in un modello. Il vettore dei flussi sugli archi è legato alla domanda da relazioni funzionali espresse dal modello di assegnazione: i flussi sugli archi della rete costituiscono perciò una fonte di informazione sulla matrice di domanda. Quando si consideri come tale fonte di informazione sia relativamente facile da reperire, ed economica, si comprende come negli ultimi anni siano stati sviluppati numerosi studi per l'utilizzazione dei conteggi di traffico nella stima della domanda. Nella prima parte della memoria è esaminato l'uso delle misure di traffico per la correzione di un esistente vettore di domanda. Dopo lo studio delle proprietà dell'estimatore è affrontato il problema della determinazione di un test statistico per giudicare la bontà di adattamento dei dati al modello stabilito. Sono poi esaminati i risultati del procedimento di stima relativamente ad un caso pratico: al fine di determinare quale siano le effettive possibilità di correggere, ed in quale misura, la stima iniziale. Nel seguito della nota, sempre con riguardo ad un caso pratico, è affrontato il problema dell'utilizzo delle misure di traffico per la stima dei parametri di un modello di domanda gravitazionale: l'esame dei risultati indica come tale problema di stima sia delicato. Deve essere sottolineato che i risultati della nota sono relativi ad un caso particolare per cui non possono avere validità generale: mettono in evidenza, però, che l'uso dei conteggi di traffico per la stima della domanda deve essere fatto con prudenza.
Lupi, Marino
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/13032
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact