L'amicizia come possibilità costitutiva del rapporto interumano. Aristotele e Kant