Strategie retorico-testuali di “nobilitazione linguistica”: il caso del portoghese tra Cinque e Seicento