Le regole di (de)limitazione del danno risarcibile