Sulla prima diffusione della "Commedia"