Il marxismo di Labriola e la sociologia di Durkheim