Si documenta (con particolare riferimento al ms. Par. lat. 7530 e al ruolo di Paolo Diacono, di cui si riconoscono nuove vestigia) l'uso delle opere di Cassiodoro (Inst. II) e Isidoro (Etym. e Diff. II, di cui si discute a fondo la tradizione ms.) nella Montecassino della fine del sec. VIII, anche in rapporto ad opuscoli come il Liber breviarius Pauli abbatis e la Geometria I dello ps-Boezio.

Nell'officina di Paolo Diacono? Prime indagini su Isidoro e Cassiodoro nel Par. lat. 7530

STAGNI, ERNESTO
2012

Abstract

Si documenta (con particolare riferimento al ms. Par. lat. 7530 e al ruolo di Paolo Diacono, di cui si riconoscono nuove vestigia) l'uso delle opere di Cassiodoro (Inst. II) e Isidoro (Etym. e Diff. II, di cui si discute a fondo la tradizione ms.) nella Montecassino della fine del sec. VIII, anche in rapporto ad opuscoli come il Liber breviarius Pauli abbatis e la Geometria I dello ps-Boezio.
Stagni, Ernesto
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/152249
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact