Dei "fantastici Doppi" ovvero la mimesi narrativa dello spostamento psichico