Genitivo possessivo e aggettivo desostantivale: da Erodoto a Sallustio